Bagaglio smarrito aeroporti New York JFK o Newark? Ecco come ottenere il rimborso

Bagaglio smarrito aeroporti New York JFK o Newark? Ecco come ottenere il rimborso

Anche tu hai l’ansia di non vedere il tuo bagaglio sul nastro trasportatore all’arrivo?

È un’esperienza molto comune purtroppo. Pensa che nel 2019, circa 2,8 milioni di bagagli sono stati smarriti o mal gestiti dalle compagnie aeree statunitensi. Ovviamente incidendo su molti viaggiatori speranzosi di ritrovare i propri oggetti personali​.

Immagina la situazione. Sei in procinto di atterrare a New York, all’aeroporto JFK o all’aeroporto di Newark, e scopri che la tua valigia non ha fatto il tuo stesso viaggio. Un disastro. Vedendo un’altra statistica, nel 2022, le compagnie aeree americane hanno gestito 31,4 milioni di bagagli con un tasso di smarrimento dello 0,81%​ (Transportation.gov). Praticamente circa 254.000 sono andati perduti.

Quindi ogni anno numerosi viaggiatori si trovano a dover navigare tra le procedure di reclamo e rimborso. Che sia a JFK o a Newark, le politiche di gestione dei bagagli smarriti sono cruciali per alleviare lo stress e l’incertezza di questi spiacevoli inconvenienti. Una compagnia aerea deve gestire il tutto con cura, offrendo rimborsi o risarcimenti così da mitigare l’impatto negativo di questa esperienza.

Purtroppo, non tutti i bagagli ritornano ai loro legittimi proprietari. Ecco perché è fondamentale conoscere i diritti e le procedure a tua disposizione. O affidarsi all’agenzia giusta per recuperare il proprio bagaglio. Come noi di Rimborso Bagaglio Smarrito, l’unica agenzia legale in Italia specializzata in questa aerea. In questo articolo ci focalizzeremo su come ottenere rimborso e risarcimento in un viaggio da o per gli aeroporti di New York JFK o Newark. Ma prima un po’ di storia su questi due importanti aeroporti.

Storia e caratteristiche dell’aeroporto JFK di New York

Iniziamo dall’aeroporto JFK! Un gigante tra i cieli di New York e un portale per viaggiatori che arrivano nella grande mela da tutto il mondo. Nato come New York International Airport e comunemente noto come Idlewild Airport fino al 1963, JFK è stato rinominato in onore del presidente John F. Kennedy dopo il suo assassinio. Ha debuttato nel 1948.

È situato nel quartiere di Jamaica a Queens e dista circa 12 miglia da Midtown Manhattan. Questo lo rende un punto nevralgico per chi viaggia verso e dalla grande mela. L’infrastruttura di collegamento è stata una priorità sin dall’inizio. Piani ben definiti collegano l’aeroporto efficacemente con il resto della città tramite autostrade e ponti.

JFK vanta 6 terminal collegati da un sistema di AirTrain, e quattro piste di atterraggio, con la più lunga che supera i 14,000 piedi. È una base operativa per compagnie di spicco e serve più di 60 milioni di passeggeri all’anno.

L’espansione e la modernizzazione sono stati un tema costante nella storia di JFK. Dall’aggiunta di nuove piste negli anni ’50 all’apertura di terminal all’avanguardia come il Terminal 5 nel 2008, JFK ha sempre cercato di adattarsi alle crescenti esigenze del traffico aereo mondiale.

Storia e caratteristiche dell’aeroporto di Newark

Ora concentriamoci sull’aeroporto di Newark! Meno grande ma comunque molto importante. Trattasi di un punto di riferimento storico nel New Jersey. Sapevi che l’aeroporto di Newark, conosciuto anche come Newark Liberty International Airport, è stato il primo aeroporto a servire l’area metropolitana di New York, dato che è stato inaugurato nel lontano 1928? Inizialmente chiamato Newark Metropolitan Airport, è stato il primo aeroporto con una pista pavimentata negli Stati Uniti e per molti anni è stato il più trafficato del mondo fino all’apertura di LaGuardia nel 1939​​.

È dislocato tra Newark ed Elizabeth ed è strategicamente posizionato a circa 15 miglia da Midtown Manhattan.

Dopo essere stato utilizzato dall’esercito durante la Seconda Guerra Mondiale, l’aeroporto ha visto significativi sviluppi sotto la gestione della Port Authority of New York and New Jersey, precisamente nel 1948.

Oggi, Newark Liberty è l’hub principale per United Airlines e gestisce un traffico annuale di milioni di passeggeri.

Cosa fare dopo aver scoperto un bagaglio smarrito a JFK e Newark

Perdere un bagaglio può trasformare un viaggio da sogno in un incubo! Ma non temere, ecco come affrontare il problema negli aeroporti JFK e Newark di New York.

  • Primo passo: segnalare il bagaglio smarrito. Non appena ti accorgi che il tuo bagaglio non è arrivato, rivolgiti immediatamente al desk del servizio bagagli della tua compagnia aerea. Solitamente si trova nella zona ritiro bagagli. Non scordare di fare questa segnalazione prima di lasciare l’aeroporto.
  • Dove segnalare? JFK utilizza un sistema centralizzato di segnalazione gestito dalla Port Authority di NY e NJ. Puoi segnalare online 24/7 ogni oggetto perso negli aeroporti di New York, inclusi JFK e Newark​ (iFly)​.
  • Attenzione alle tempistiche: la maggior parte delle compagnie aeree considera un bagaglio ufficialmente perduto tra i 5 e i 14 giorni dopo il volo​​. Se il bagaglio viene ritrovato, assicurati di ispezionarlo così da non ritrovarti con la valigia rotta oppure senza qualche oggetto di valore.
  • Informazioni sulla responsabilità: le compagnie aeree hanno limiti di responsabilità per i bagagli smarriti. Possono variare a seconda che il volo sia nazionale o internazionale. Ad esempio, Delta Airlines ha limiti di responsabilità diversi governati dalle convenzioni di Varsavia e di Montreal​ (Delta)​.
  • Consigli utili: considera di usare dispositivi di tracciamento come Tile o Apple Airtag per tenere sotto controllo i tuoi bagagli. Scatta anche qualche foto al contenuto dei tuoi bagagli prima di viaggiare. Questo renderà più semplice fare future richieste di rimborso o risarcimento.

Cosa fare quando il bagaglio ritarda ma non è smarrito?

aeroporto Newark rimborso

Eccoti! Sei appena atterrato a JFK o Newark e il tuo bagaglio… no, non è ancora qui. Tranquillo, ecco cosa puoi fare quando il tuo bagaglio ritarda ma non è considerato smarrito.

  • Primo, non lasciare l’aeroporto senza segnalare il ritardo. Come dicevamo anche prima, è essenziale recarsi subito al servizio bagagli della compagnia aerea. Lì, ti verrà chiesto di compilare una segnalazione e ti forniranno un numero di riferimento per il tuo bagaglio​​.
  • Sai che? Non è raro che un bagaglio arrivi con un volo successivo. Molte compagnie aeree, come Southwest Airlines, ti permetteranno di tracciare il bagaglio attraverso un portale online una volta che è stata aperta la pratica di ritardo​ (Vedi sul sito Southwest Airlines)​.
  • Compilazione del reclamo. Se il bagaglio non arriva entro un tempo ragionevole, dovrai presentare un reclamo formale. Un reclamo ti permette di essere idoneo ad eventuali compensazioni per spese ragionevoli sostenute a causa del ritardo.
  • Rimborso e responsabilità. In base alla normativa del Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti e alla Convenzione di Montreal, sei intitolato a un risarcimento per le spese incidentali ragionevoli causate dal ritardo del bagaglio. Per i voli interni negli USA, questo limite è di $3,800 per passeggero, mentre per i voli internazionali, il limite è circa $1,700 per passeggero​​.

Ecco un consiglio utile: mentre attendi, molte compagnie aeree offrono kit di cortesia con l’essenziale per superare l’inconveniente, come spazzolino e dentifricio, magari anche una maglietta​.

Come Rimborso Bagaglio Smarrito può aiutarti?

Noi di Rimborso Bagaglio Smarrito siamo al tuo fianco per ottenere il rimborso. E la buona notizia? Il nostro servizio legale è completamente gratuito per te.

Un aiuto senza costi. Sì, proprio così! Non ti sarà richiesto di pagare alcuna parcella. Come è possibile? Semplice: in caso di successo della tua richiesta di rimborso, la nostra parcella verrà coperta direttamente dalla compagnia aerea responsabile del disagio. Quindi, tranquillo, non dovrai mettere mano al portafoglio.

Esperienza e competenza al tuo servizio. Con anni di esperienza nel settore legale turistico, conosciamo tutti i trucchi del mestiere per affrontare efficacemente le compagnie aeree. Ci occupiamo di tutto noi. Del processo di reclamo, dalla A alla Z. Dalla compilazione dei moduli necessari alla negoziazione con la compagnia aeree.

Come funziona? Innanzitutto, compila il form sottostante e inserisci tutte le informazioni relative al tuo bagaglio smarrito e volo. Successivamente ti contatteremo e procederemo alla segnalazione e inizieremo a trattare il tuo caso immediatamente. Verrai aggiornato su ogni sviluppo.

Perché sceglierci? Perché ci teniamo davvero a risolvere il tuo problema. Sappiamo quanto può essere stressante perdere il proprio bagaglio. E poi siamo gli unici in Italia esperti in questo problema.

Dunque, se il tuo bagaglio è andato perduto, non esitare a contattarci.

Data di pubblicazione: 17 Maggio 2024

Contattaci

  • GG trattino MM trattino AAAA
  • Le informazioni personali che vengono richieste sono necessarie per la gestione della richiesta. Tutti i dati personali vengono trattati con la massima riservatezza. Leggi la nostra Privacy policy.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Articoli correlati

Rimborso per bagaglio smarrito a Londra Heathrow, Luton, Gatwick (tutti gli aeroporti londinesi)

Rimborso per bagaglio smarrito a Londra Heathrow, Luton, Gatwick (tutti gli aeroporti londinesi)

I passaggi in caso di bagaglio smarrito o oggetti persi negli aeroporti di Londra Una volta superato il controllo passaporti, segui le indicazioni per il recupero bagagli che si trova nell’area degli arrivi. Dopodiché controlla il numero del tuo volo sugli schermi informativi per scoprire su quale nastro arriverà il tuo bagaglio. Trova i carrelli […]
Continua a leggere
Guerra in Israele, la Farnesina: evitate di viaggiare

Guerra in Israele, la Farnesina: evitate di viaggiare

Nel cuore della notte tra il 13 e il 14 aprile, un grave attacco missilistico proveniente dall’Iran ha colpito il territorio israeliano. In risposta, la Farnesina ha immediatamente aggiornato le linee guida, consigliando ai viaggiatori italiani di rimandare i loro spostamenti verso Israele se non strettamente necessari. L’avviso sottolinea l’importanza di evitare viaggi che non […]
Continua a leggere