Risarcimento bagaglio danneggiato

Se stai cercando di scoprire come ottenere un risarcimento per bagaglio danneggiato, significa che la tua valigia non è sopravvissuta indenne al volo aereo sul quale l’hai imbarcata. Arrivare a destinazione solo per ritrovarsi con una valigia danneggiata non è certamente piacevole e la rabbia aumenta nel caso in cui il danno sia la conseguenza diretta di uno smarrimento.

La frustrazione che provi è dunque perfettamente lecita ed è direttamente proporzionale al tipo di danno subito: potrebbe infatti trattarsi di un “semplice” danneggiamento dell’involucro esterno, così come di un danno più serio, che comprende anche i beni personali contenuti all’interno della valigia. Nel caso peggiore, il danno potrebbe perfino essere totale, comportando addirittura l’intera distruzione del bagaglio.

Sia come sia, noi di Vacanza Rovinata siamo qui proprio per spiegarti come affrontare questa spiacevole situazione, obbligando la compagnia aerea a versarti il risarcimento che ti spetta di diritto. Questo non soltanto in virtù della regola per cui chi rompe paga, ma soprattutto perché il risarcimento in seguito a bagaglio danneggiato rientra tra i tuoi inviolabili diritti di passeggero.

Perché ti spetta il risarcimento in caso di bagaglio danneggiato

Nel momento in cui un vettore aereo si rende responsabile del danneggiamento di un bagaglio, sta apertamente violando la Convenzione di Montreal del 1999. Tale emendamento è stato sancito allo scopo di tutelare i passeggeri come te dai vari disservizi che possono capitare quando si prenota un volo aereo, tra i quali sono ovviamente compresi anche tutti i danni che possono capitare al tuo bagaglio.

Essi possono essere suddivisi in due macro – tipologie:

  • danni sanabili, che si possono cioè riparare;
  • danni strutturali, ossia irreversibili.

Se la tua valigia è vittima di un danno di quest’ultimo tipo, tuttavia, la compagnia aerea potrebbe chiederti una dichiarazione di non riparabilità fornita da un venditore, al fine di accertare l’effettivo danno irreparabile che sarà costretta a risarcirti. Questo perché, secondo quanto viene riportato all’interno della Convenzione e ripreso dal Regolamento UE 889/2002:

“Il vettore aereo è responsabile del danno derivante dalla distruzione, perdita o deterioramento dei bagagli consegnati per il fatto stesso che l’evento che ha causato la distruzione, la perdita o il deterioramento si è prodotto a bordo dell’aeromobile oppure nel corso di qualsiasi periodo durante il quale il vettore aveva in custodia i bagagli consegnati”

Ciò significa che, nel momento in cui fai registrare i tuoi bagagli al check-in mediante l’emissione dell’apposito Talloncino d’Identificazione Bagaglio, essi passano sotto la responsabilità della compagnia aerea, che ha il dovere di farteli ritrovare a destinazione nelle stesse condizioni in cui tu glieli hai consegnati. Attenzione, però: se per esempio consegni una valigia di pelle che si presenta già graffiata, non potrai accusare la compagnia di aver provocato i graffi, in quanto già presenti al momento della consegna.

I danni di cui il vettore aereo può essere ritenuto responsabile, infatti, riguardano  esclusivamente quelli prodottisi durante il trasporto del bagaglio, quando per l’appunto era sotto la sua custodia. Per questo potrebbe esserti utile scattare qualche fotografia alla tua valigia, sia prima d’imbarcarla sull’aereo che a danno avvenuto, così da poter dimostrare le tue ragioni con tanto di prove concrete e inoppugnabili.

Come ti aiutiamo a dimostrare i danni riportati dal bagaglio

Come ti abbiamo appena detto, per poter dimostrare concretamente il danno riportato alla tua valigia, devi portare all’attenzione della compagnia aerea delle prove schiaccianti e inoppugnabili. Non solo: in questi casi, c’è sempre una procedura burocratica da seguire passo passo ed è altrettanto importante che tu la conosca, così da evitare di commettere errori dettati dall’ignoranza che potrebbero però costarti il tuo agognato risarcimento.

Sappiamo perfettamente che, una volta giunto a destinazione e ritirato il tuo bagaglio, l’ultima cosa che ti viene in mente di fare è quella di controllarlo. Farlo nell’immediato, tuttavia, potrebbe aiutarti a scoprire subito gli eventuali danni riportati dalla valigia e sveltire così una pratica che potrebbe anche andare per le lunghe. E poi si tratta pur sempre di un’operazione di pochi minuti: una veloce controllatina è solitamente sufficiente per accertarti dello stato della tua valigia. Se si presenta integra, vuol dire che è tutto a posto e che puoi proseguire serenamente con la tua giornata.

Nel caso in cui dovessi invece riscontrare un danno, quello che devi fare è recarti immediatamente all’Ufficio Lost & Found dell’aeroporto e compilare il PIR (Property Irregularity Report), ossia il modulo che serve per denunciare le eventuali irregolarità, danneggiamento del bagaglio incluso. Se, al contrario, ti fossi dimenticato di controllare la tua valigia nell’immediato e ti fossi reso conto del danno solo una volta tornato a casa, no problem. Puoi ancora denunciare il fatto inviando una raccomandata con ricevuta a/r all’Assistenza Clienti della compagnia aerea o all’ufficio preposto per risolvere problematiche di questo tipo.

Ricordati che hai solo 7 giorni di tempo per inoltrare il tuo reclamo, trascorsi i quali il diritto al risarcimento decade. Ecco perché prima ti muovi e meglio è! Va da sé, naturalmente, che se il danno al bagaglio fosse la conseguenza di uno smarrimento, i 7 giorni si contano a partire dal giorno in cui ti viene riconsegnata la valigia.

Come ti aiutiamo a ottenere il risarcimento del bagaglio danneggiato

Vacanza Rovinata è un’agenzia che mette l’assistenza del cliente al primo posto: fargli pagare il servizio che offriamo suonerebbe pertanto come una contraddizione. Questo, naturalmente, non significa certo che i nostri legali lavorino gratis! Molto più semplicemente, a pagare la loro parcella sarà la stessa compagnia aerea che dovrà risarcire te. Del resto, come ti abbiamo già detto all’inizio, chi rompe paga.

Tu, da parte tua, non dovrai versare nemmeno un centesimo, limitandoti a spiegarci il tuo problema e ad affidare la pratica nelle mani esperte dei nostri avvocati, che saranno lieti di portarla avanti per tuo conto. Naturalmente ti terremo costantemente informato in merito ai progressi fatti e al tempo previsto per l’ottenimento del tuo risarcimento per bagaglio danneggiato: considera che molto dipende dal grado di  “collaborazione” della compagnia.

Proprio per questa ragione, prima ti muovi e meglio è. Per poter richiedere i nostri servizi, è sufficiente che compili il modulo che trovi in fondo a questa pagina e, nel giro di 24 ore al massimo, riceverai la tempestiva risposta dei nostri legali, pronti ad assisterti nel migliore dei modi. Nel frattempo, potrai occupare il breve tempo dell’attesa leggendo le recensioni entusiaste che i nostri clienti soddisfatti ci hanno lasciato sia su Facebook che su TrustPilot e che rappresentano la migliore testimonianza della nostra professionalità.

Quali sono i beni che la compagnia aerea può rimborsarti

Chiariamo un dettaglio: se ti accorgi del danno capitato al tuo bagaglio solo una volta tornato a casa, ti complicherai un po’ le cose perché dovrai impegnarti a dimostrare che esso si è prodotto quando la valigia era sotto la responsabilità della compagnia aerea e non, per esempio, mentre la stavi riportando a casa. Ecco perché ti abbiamo raccomandato di fotografare il bagaglio sia prima che dopo averlo consegnato al check -in! In questo modo, infatti, avrai delle prove tangibili da mostrare.

Prima di svelarti a quanto ammonta il tuo risarcimento e quali sono i beni rimborsabili, devi conoscere l’elenco dettagliato dei documenti da allegare al tuo reclamo. Non ti dimenticare, infatti, che questi passaggi sono assolutamente fondamentali, se vuoi sperare di essere risarcito. Nel momento in cui scrivi la tua raccomandata, oltre a descrivere nel dettaglio quanto ti è capitato, devi infatti allegare la seguente documentazione:

  • le foto che hai scattato al tuo bagaglio e che testimoniano l’effettivo danno avvenuto;
  • una fotocopia della tua carta d’identità;
  • una fotocopia del biglietto aereo e/o della carta d’imbarco.

In aggiunta a questo, nel caso in cui tu abbia dovuto acquistare dei beni d’emergenza per sostituire quelli danneggiati, dovrai allegare anche i relativi scontrini, così che la compagnia possa rimborsarti la spesa effettuata. Per quanto riguarda invece i beni danneggiati, la legge prevede un risarcimento del 50% (massimo) per i beni cosiddetti “esterni”, come le scarpe, gli indumenti e i vari oggetti personali. A essere rimborsati interamente sono invece gli indumenti intimi e i cosmetici.

Come avrai capito, pertanto, il risarcimento si limita ai soli danni materiali e il suo ammontare varia a seconda della compagnia aerea e della sua adesione o meno alla già citata Convenzione di Montreal:

  • se aderisce, hai diritto di ricevere fino a un massimo di 1164 euro di risarcimento per ogni bagaglio danneggiato, in relazione all’effettivo danno subito;
  • se la compagnia non aderisce, il risarcimento viene calcolato al chilo: 19 euro per ogni chilo di bagaglio trasportato.

Tieni presente che per poter avere diritto al risarcimento, a prescindere dal suo ammontare, devi registrare ogni singolo bagaglio e assicurarti che sia imballato in maniera adeguata. Questo perché la compagnia aerea non risponde dei danni prodottisi su bagagli mal imballati o contenenti oggetti rotti a causa della loro fragilità e di un’errata sistemazione da parte tua.

Perché scegliere Vacanza Rovinata

Ora che conosci la procedura esatta da seguire per ottenere il tuo risarcimento per bagaglio danneggiato… dimenticala! Proprio così, hai capito bene. Il motivo per cui te l’abbiamo così dettagliatamente illustrata era volto più che altro a rassicurarti e a farti capire che il risarcimento non è un miraggio, ma una realtà concreta e tangibile perfettamente alla tua portata. Qual è il problema, dunque?

Il problema, come sempre, è dato dall’atteggiamento ostile delle compagnie aeree che, quando si tratta di risarcire i propri passeggeri, diventano improvvisamente sorde e cieche. Non essendo abituato ad avere a che fare con loro, rischieresti di cadere in una delle loro “trappole” burocratiche, di aspettare in eterno la risposta alla tua raccomandata o di vederti perfino negare il risarcimento accampando una serie di “giustificazioni” più o meno false.

La soluzione migliore, onde evitare di correre questi rischi, è quella di affidarti ai legali di Vacanza Rovinata, ossia professionisti esperti in diritto dei trasporti e abituati per lavoro a trattare con le compagnie aeree. Capisci anche tu che ingannare loro è un tantino più difficile, no? La missione della nostra agenzia è infatti quella di fare giustizia, aiutando i clienti a ottenere il risarcimento che spetta loro di diritto.

Tra i numerosi servizi che offriamo figura anche la risoluzione di problemi come il tuo, riguardante danni perpetrati al tuo bagaglio. E se temi che chiedere il nostro aiuto possa costarti un capitale, sappi che ti sbagli di grosso, perché la nostra politica aziendale prevede di aiutare i clienti a titolo completamente gratuito!

Contattaci

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.
  • DD dash MM dash YYYY
  • Le informazioni personali che vengono richieste sono necessarie per la gestione della richiesta. Tutti i dati personali vengono trattati con la massima riservatezza. Leggi la nostra Privacy policy.
  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.